Adesca minorenni su Facebook, accusato di abusi

facebookIl blitz dei carabinieri di Agropoli è scattato all’alba di sabato scorso nel piccolo comune di Albanella, alle porte del Cilento. A finire in manette due giovani, una coppia, accusati di abusi sui minori e favoreggiamento. A lui, il 22enne, la prima accusa, mentre della seconda dovrà rispondere la fidanzata che, a detta gli investigatori, avrebbe coperto il fidanzato mentre agiva. Lunedì mattina si è tenuto l’interrogatorio del 22enne rinchiuso nel carcere di Fuorni, ma colui che viene ritenuto dagli 007 della procura di Salerno come «quell’uomo che ha abusato di ragazzini tra i 12 e i 14 anni di Albanella», si è avvalso della facoltà di non rispondere. Ieri, martedì, il secondo interrogatorio dal pm della procura di Salerno Roberto Penna. Questa volta il ragazzo ha collaborato e ha detto ai giudici come sarebbero andati i fatti davanti al proprio avvocato Fabio Lanza. Tre ore di domande e risposte tutte incentrate su quei presunti abusi sui quei ragazzini minorenni. L’uomo avrebbe confermato molte cose, svelando diversi punti oscuri a chi indaga., ma ha respinto in maniera decisa  l’accusa secondo la quale in un caso un minore non sarebbe stato consenziente e sarebbe stato costretto a subire abusi con minacce.

Sono stati i genitori di alcuni ragazzini a denunciare il tutto ai carabinieri della compagnia di Agropoli comandati dal capitano Giulio Presutti. Una mamma, infatti, avrebbe notato comportamenti strani da parte del proprio figlio e, dopo attente verifiche e indagini sul computer utilizzato dal minore, avrebbe poi scoperto che c’era un tizio che importunava il piccolo con messaggi e richieste di appuntamenti su Facebook. «Quanti anni hai?», «Dove abiti?», «Che scuola frequenti?», queste sono solo alcune delle domande che questa persona avrebbe rivolto ai ragazzini. La fidanzata del giovane è agli arresti domiciliari con l’accusa di favoreggiamento. (giornaledelcilento)

Potrebbero interessarti anche...