Cassazione, consultare SMS altrui senza permesso è ”rapina”

CASSAZIONE-SMS-RAPINA

Commette il delitto di rapina chi si impossessa di un cellulare altrui, sottraendolo al legittimo proprietario, al solo fine di “prendere cognizione dei messaggi che la persona offesa abbia ricevuto da altro soggetto” e così “violando il diritto alla riservatezza” e incidendo “sul bene primario dell’autodeterminazione della persona nella sfera delle relazioni umane”. Lo sottolinea la Cassazione che ha condannato a due anni e due mesi di reclusione un giovane che aveva rubato il cellulare della ex strattonandola e entrando in casa sua.

Consultare senza permesso gli SMS altrui rappresenta un reato. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione nell’ambito di un ricorso presentato da un ragazzo di Barletta che, dopo aver strattonato la fidanzata, si era impossessato del suo telefonino alla ricerca di prove che confermassero un tradimento. Il giovane è stato condannato a due anni e due mesi di reclusione per rapina.

Sì, avete capito bene, l’appropriazione indebita del materiale contenuto nei messaggi privati di un individuo è stata equiparata ad un atto di rapina. La condanna, come già accennato, è stata emessa in riferimento ad un episodio ben specifico che vedeva protagonisti un uomo, una donna e una probabile crisi di coppia. I giudici italiani, da ora in poi, dovranno tuttavia tenere presente la sentenza della Cassazione in tutte le situazioni in cui si verifichi un “furto di SMS”.

Tutto ciò è assolutamente giusto. Gli SMS, e più in generale qualsiasi tipo di messaggio di testo (sia esso inviato tramite WhatsApp, Viber, Hangouts etc.), non contengono solo ed esclusivamente conversazioni private ma posso ospitare tantissimi tipi di informazioni sensibili: codici inviati dalla banca, PIN per il ripristino di una password etc. La digitalizzazione della nostre vite non passa solo dall’acquisto di smartphone più potenti o di televisori più grandi ma deve necessariamente richiedere delle riflessioni più profonde. È la cultura stessa a dover mutare e questa sentenza rappresenta certamente un passo in avanti nella giusta direzione. (fonte)

[nbox type=success] Avete problemi con il vostro computer, è diventato lentissimo, si aprono finestre strane o il mouse a volte si muove da solo senza che voi lo tocchiate? Per cercare di risolvere questi e altri problemi, contattateci senza impegno. Potete farlo tramite un messaggio alla nostra pagina o telefonicamente (in orari di ufficio) al numero 331.449.8368. BANNER-TELEASSISTENZAValuteremo insieme se necessitate di un semplice consiglio, magari tramite le oltre 1.200 note già pubblicate, o se per risolvere preferite essere seguiti passo passo tramite un servizio professionale di teleassistenza (ai nostri fan, ma solo a loro, costa pochi euro). Siamo in grado di risolvere la quasi totalità dei problemi in teleassistenza, senza che voi o il vostro computer lasci la vostra abitazione, controllando insieme a noi cosa viene fatto sul vostro sistema. Altre informazioni [/nbox]

Potrebbero interessarti anche...