Chiede un mutuo online, gli spilla circa 10mila euro: scatta una denuncia

mutuoonlineÈ stato rintracciato direttamente dalla “vittima” a cui aveva spillato ben 9mila e 500 euro, per poi essere denunciato per truffa dagli agenti del commissariato di Rovereto. Nei guai è così finito un 43enne messinese, residente in provincia di Lecce, accusato di avere truffato un trentino coetaneo, originario della Vallagarina, al quale era riuscito a scucire l’ingente somma, facendogli credere di potergli erogare due finanziamenti, per complessivi 750mila euro.

Il raggiro telematico risale a circa un mese fa, quando il lagarino, avendo la necessità di accendere un mutuo, si è imbattuto sul sito internet di una società di finanziamenti, con sede nel Regno Unito, che poi contattò tramite posta elettronica, per chiedere se fosse possibile ottenere l’ingente somma: 100mila euro per l’acquisto di una casa, gli altri 650mila euro per altra causa.

Raggiungere l’accordo (almeno sulla carta) fu molto semplice e, pochi giorni dopo, il trentino ricevette via mail copia del contratto tra privati e fotocopia del passaporto dell’amministratore delegato della società, una donna di nazionalità francese. Per l’erogazione dei finanziamenti, però, gli veniva chiesto un anticipo di 9mila e 500 euro – da versare con ricarica Postepay – necessari per avviare la pratica, in attesa che l’agente raggiungesse Rovereto, per definire nei dettagli il contratto. All’appuntamento non si presentò nessuno, ma la vittima della truffa non si diede per vinta e, come un vero investigatore, riuscì a risalire all’autore del raggiro, comunicandolo poi alla polizia. (corrieresalentino)

Potrebbero interessarti anche...