Ecco Cloak, la prima app asociale

app CloakÈ l’app per gli asociali: si chiama «Cloak» (mantello), è disponibile gratis per chi ha un iPhone ed evita a chi lo scarica di far incontri sgradevoli.

In pratica Cloak – lanciato con lo slogan di primo “network asociale” – si connette ai dati di altre app come Instagram e FourSquare, creando una sorta di mappa di dove si trovano gli individui conosciuti che si vogliono evitare nella vita reale. «Evita ex fidanzati, colleghi e conoscenti che chiacchierano a non finire», dice la pubblicità di Cloak. Magari ce n’è uno in coda al cinema avanti a noi, oppure sta per entrare proprio nella pasticceria dove pensavamo di passare mezz’ora in compagnia delle amiche.

Chi usa Cloak può anche aggiungere una «bandierina» al nome di persone specifiche: l’App a questo punto segnala automaticamente quando gli individui in questione si avvicinano. Cloak però funziona solo per tracciare i movimenti di chi usa Instagram o Foursquare, quindi la sua utilità è limitata, visto che certamente non sono i social network più diffusi. Al momento non ci sono piani per creare un equivalente per smartphone Android. (ANSA)

Potrebbero interessarti anche...