Come agiscono i pedofili online

pedofili-onlineL’adescamento di bambini e adolescenti sul web avviene attraverso 5 fasi. Meglio conoscerle, per difendersi

Al di là del profilo, è importante capire come agiscono gli abusanti online e quali tecniche di adescamento adottano. Secondo uno studio condotto dall’Università di Lancashire (2003), sono ipotizzabili cinque fasi dell’adescamento:

• Formazione dell’amicizia (Friendship forming stage): fase in cui, a seguito del primo contatto, l’abusante inizia ad instaurare un rapporto con il minore e, nella maggior parte dei casi, si fa invi- are una sua foto (anche non sessualmente esplicita); per fare ciò l’adulto può fingersi una donna, modificare la propria età, inventare un lavoro che preveda l’invio di foto e video (ad esempio, talent scout di modelle/i).

• Formazione del rapporto di fiducia (Relationship forming stage): l’adulto inizia a manipolare il minore al fine di instaurare un rapporto di fiducia e comincia a carpire informazioni sulla sua vita privata.

• Valutazione del rischio (Risk assessment stage): l’abusante inizia ad indagare sulle possibilità di essere scoperto, interrogando il minore sulla posizione del computer in casa, sulla presenza in casa dei genitori e sugli eventuali controlli da parte loro.

• Fase della relazione esclusiva (Exclusivity stage): qui inizia la vera e propria manipolazione del minore, in cui l’adulto cerca di creare una situazione di intimità per indurlo a confidarsi e poi procedere con l’abuso.

• Fase sessuale vera e propria (Sexual stage): in quest’ultima fase, l’adulto con cui un bambino/ adolescente sta conversando in chat potrebbe: introdurre conversazioni sessualmente esplicite; incoraggiare il bambino/l’adolescente a commettere atti sessuali su di sé (autoerotismo) e descrivergli cosa sta facendo; incoraggiarlo a praticare autoerotismo davanti ad una webcam, così che l’interlocutore possa guardare; inviare al bambino/adolescente immagini sessualmente esplicite e chiedergli di inviarne a sua volta; assumere un atteggiamento offensivo, minaccioso, ridicolizzante o molesto nei confronti del bambino/dell’adolescente, per indurlo a fare quello che gli dice; chiedere un appuntamento per incontrare il minore vis a vis con scopi sessuali. (telefonoazzurro)

[nbox type=error] Pensate che qualcuno acceda al vostro computer o usi la vostra rete, navigare è diventato un problema, si aprono finestre strane o compare molta pubblicità senza che voi facciate nulla? Per cercare di risolvere questi e altri problemi, contattateci senza impegno. Potete farlo tramite un messaggio alla nostra pagina o telefonicamente (in orari di ufficio) al numero 331.449.8368. BANNER-TELEASSISTENZAValuteremo insieme se necessitate di un semplice consiglio, magari tramite le oltre 1.200 note già pubblicate, o se per risolvere preferite essere seguiti passo passo tramite un servizio professionale di teleassistenza (ai nostri fan, ma solo a loro, costa pochi euro). Siamo in grado di risolvere la quasi totalità dei problemi in teleassistenza, senza che voi o il vostro computer lasci la vostra abitazione, controllando insieme a noi cosa viene fatto sul vostro sistema. Altre informazioni [/nbox]

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *