Con i dati di Facebook ruba i soldi a un’anziana

truffa-anzianaJesi (AN) – Il predatore di anziani è un giovanotto di bell’aspetto con accento umbro. Singolare vicenda quella accaduta al mercato rionale di via Martin Luther King. Un’anziana, 83 anni vedova e residente nel quartiere, sarebbe stata avvicinata da un ragazzo di 35 anni presentatosi come un ex compagno d’università del figlio di lei.

Una truffa in piena regola, mai messa in atto finora in questa zona e che desta apprensione da parte degli agenti del Commissariato per le potenziali altre vittime che magari non avessero ancora trovato il coraggio di denunciare. Secondo la ricostruzione fatta dal Commissario Antonio Massara, quel giovane truffatore avrebbe preso di mira la vittima qualche giorno prima, forse sentendola chiacchierare con altre anziane sul lavoro del figlio Matteo a Londra come informatico. Da lì i pedinamenti fino a casa, in via Norvegia, il controllo sul campanello e sulla cassetta delle lettere, la ricerca del nome del figlio su Facebook e proprio dal social, avrebbe potuto attingere la moltitudine di informazioni utili a far cadere l’anziana nella trappola: le notizie sull’università di Perugia frequentata e i nomi degli amici in comune, le foto da mostrarle.

E proprio sfruttando queste informazioni il ragazzo avrebbe avvicinato la nonnina, al mattino al mercato e nel primo pomeriggio, vicino casa simulando un incontro casuale finché – conquistata la fiducia della vittima – il ragazzo non è stato accolto in casa. Al momento del caffè, tra falsi ricordi e tanti cari saluti da portare a Matteo volato a Londra con una laurea in informatica simile alla sua – il giovane avrebbe approfittato di un attimo di distrazione della donna per sgusciare nella camera da letto e rubarle denaro contante (400 euro) e l’oro di famiglia, tra cui anche la fede del defunto marito. Solo dopo, la poveretta si sarebbe accorta del furto e avrebbe chiamato il 113.

Fonte: Corriere Adriatico

Potrebbero interessarti anche...