Sì alle foto delle mamme che allattano

mamme-allattano-fb

Facebook ha cambiato le regole. Le donne che postano su Facebook uno scatto mentre allattano i propri figli non saranno più bandite dal celebre social network. Già. Perchè questo era il rischio fino a poco tempo fa. Ma adesso, la compagnia guidata da Mark Zuckerberg ha deciso di modificare la sua policy sulle immagini “scomode”, di cui è vietata la pubblicazione, escludendo dall’elenco le fotografie delle mamme che nutrono al seno i loro piccoli. «È un gesto così meraviglioso e naturale» spiegano i responsabili del social nella help section del sito.

L’aggiornamento sulla questione è avvenuto tre settimane fa, ma dal quartier generale di Mountain View non è arrivato nessun comunicato ufficiale. Tutto quello che si legge è: «Riconosciamo che l’allattamento al seno è un atto naturale e meraviglioso e siamo felici che le madri condividano la loro esperienza con altri su Facebook».

L’azienda ha anche sottolineato che buona parte delle immagini postate dagli utenti che sono controllate dai suoi dipendenti vengono portate all’attenzione attraverso le segnalazioni di altri iscritti che le ritengono non adatte o offensive. (l’articolo continua sotto l’offerta di alcuni nostri servizi professionali)

[nbox type=notice] Avete problemi con il vostro profilo, ve lo hanno “rubato” o ricevete avvisi da Facebook che qualcuno ha cercato di accedervi o di cambiare password? Per cercare di risolvere questi e altri problemi, contattateci senza impegno. Potete farlo tramite un messaggio alla nostra pagina o telefonicamente (in orari di ufficio) al numero 331.449.8368. CLICCA-QUIValuteremo insieme se necessitate di un semplice consiglio, magari tramite le oltre 1.200 note già pubblicate, o se per risolvere preferite essere seguiti passo passo tramite un servizio professionale di teleassistenza (ai nostri fan, ma solo a loro, costa pochi euro). Altre informazioni [/nbox]

La scelta del colosso americano è stata salutata con entusiasmo dai supporter della campagna #freethenipples, ovvero #liberailseno, che si battono perchè la pubblicazione delle immagini dei décolleté nudi non vengano più proibite sui social. (fonte)

Potrebbero interessarti anche...