Grazie a Facebook ritrova il padre e la speranza di vivere

PADRE-VITA-RITROVA

Una donna argentina con la leucemia ha ritrovato, dopo diciotto anni di lontananza, il padre e con lui la speranza di sopravvivere alla malattia.

Malen Gaynor, 39enne argentina, si rivolse a Facebook per cercare suo padre dopo che i medici le dissero che aveva urgente necessità di trovare un donatore di midollo osseo. I trattamenti chemioterapici si erano dimostrati inefficaci, e i medici le hanno detto che aveva bisogno di un trapianto di midollo osseo per aumentare le sue possibilità di sopravvivenza. Il 4 giugno prossimo, il padre di Malen volerà a Buenos Aires per essere sottoposto a un test di compatibilità per vedere se è possibile una sua donazione.

Tutto iniziò lo scorso Natale, dopo che Malen ebbe notato un rash sulle proprie gambe. Lei pensava che fosse una reazione allergica ad una puntura di insetto, secondo il quotidiano argentino Clarin, ma quando si recò dal medico, le fu diagnosticata una malattia del midollo osseo, degenerata poi in leucemia. 

Come molti sanno, i parenti possono a volte essere i migliori donatori di midollo osseo. E per questo Facebook poteva essere la sua salvezza. Malen aveva perso ogni contatto col padre da oltre 18 anni, dal divorzio dei suoi genitori. Ma attraverso una ricerca su Facebook e grazie al fratellastro, che non vedeva da quando era un bambino, Malen ha scoperto che suo padre viveva a Cordoba, una città a circa 400 km a nord ovest di casa sua, a Buenos Aires. 

Malen, che ha creato anche una pagina Facebook dove racconta la sua esperienza e per aumentare la consapevolezza circa l’importanza delle donazioni di midollo osseo, nella speranza che altri possano iscriversi come donatori, dice che il ricongiungimento con il padre le ha regalato la speranza“Sento che mi sono riconciliata con il mio passato”, ha detto alle agenzie di stampa locali.

CLICCA-QUI

Potrebbero interessarti anche...