Mal di schiena, ora si combatte con il software

malescMal di schiena, un tormento che anno dopo anno si ripresenta con maggiore insistenza, non passa nemmeno con la ginnastica posturale o con le compresse di antidolorifico. Ora c’è un programma computerizzato che consente al medico di famiglia di valutare il grado di disabilità, a maggior ragione se il blocco va avanti da più di quindici giorni e non accenna a passare.

Si chiama Minosse il software messo a punto da specialisti dell’Associazione Italiana per lo Studio del Dolore (Aisd), Luca Miceli e Rym Bednarova. In Italia soffrono di lombosciatalgia circa sei milioni di persone. In assoluto la patologia dolorosa più comune: fondamentale centrare la soluzione del problema, evitare di prendere gli antinfiammatori se non sono necessari, o sottoporsi a indagini costose quanto a volte inutili. Ma come funziona il meccanismo? Occorre l’interessamento del proprio medico di famiglia, che sarà invitato a registrarsi sul sito dell’applicazione o scaricare la app su smartphone e tablet.

Tramite algoritmo il sistema invita a rispondere ad alcune domande, si informa sull’intensità dei sintomi, l’eventuale presenza di neuropatia o frattura. Una volta elaborati i dati sarà indicato il tipo di reparto da consultare (ortopedia, neurologia, medicina d’urgenza e pronto soccorso, terapia del dolore) e con quale grado di urgenza. In alternativa scaturirà il suggerimento di modificare la terapia in atto, prescrivendo per almeno 15 giorni un analgesico oppioide, se non si è mai provato prima. Gli oppiacei sono considerati farmaci di riferimento per la cura del dolore cronico moderato-severo, più efficaci dei FANS e con minori effetti collaterali.

«Siamo partiti dall’idea – spiegano Luca Miceli e Rym Bednarova – di portare nel territorio friulano e piemontese una medicina basata sull’evidenza, sulla riproducibilità e confrontabilità dei dati. La fase pilota coinvolgerà i medici di famiglia di Latisana (Udine) e Novara; l’auspicio è che, in futuro, il progetto possa estendersi al resto d’Italia. Fin da ora, comunque, tutti i medici di medicina generale interessati possono accedere al portale www.minosse.biz per ricevere indicazioni utili sulla gestione dei loro pazienti con lombosciatalgia. (techdifferent.it)

Potrebbero interessarti anche...