Modifiche: annunciata anche l'introduzione del backup dei contenuti

Proponiamo il testo ufficiale (tradotto) diramato stanotte (il fuso orario è diverso) dal fondatore del social network.

Naturalmente è “leggermente” diverso da quanto detto “live”, ma ne capirete senz’altro i motivi…

Un maggiore controllo

di Mark Zuckerberg

Pubblicato mercoledì 6 ottobre 2010 Alle ore 20,13

Il problema più grande del social networking: aiutarvi a interagire facilmente con i vostri amici e condividere informazioni in un sacco di contesti diversi.

Ad esempio, si potrebbe desiderare di condividere le foto da una vacanza in famiglia con solo la vostra famiglia, inviare un video da una parte solo le persone che erano lì, invitare i colleghi ad un evento d’ufficio, giocare una partita con pochi amici, o suggerire un sito con i tuoi amici amanti del jogging.

Abbiamo a lungo sentito che la gente avrebbe trovato Facebook più utile se fosse stato più facile il suo utilizzo per connettersi con gruppi più piccoli di propri amici, invece di condividere sempre con tutti. Per alcuni sono i loro familiari e per gli altri è il loro campionato di calcio di fantasia, ma la preoccupazione comune è sempre una qualche variante del “mi piacerebbe condividere questa cosa, ma io non voglio disturbare 250 persone. O mia nonna. O il mio capo.

Fino ad ora, Facebook ha reso più facile da condividere con tutti i tuoi amici o con tutti, ma non vi è stato un modo semplice per creare e mantenere uno spazio per condividere con le piccole comunità di persone della vostra vita, come i vostri compagni di stanza, compagni di classe, colleghi e familiari.

Ci proponiamo di creare una soluzione che potrebbe aiutare a contattare tutti all’interno delle vostre comunità, abbastanza semplice per essere usata da tutti e profondamente integrata attraverso Facebook e le applicazioni in modo da poter comunicare con i tuoi gruppi diversi in un sacco di differenti modi.

Abbiamo affrontato questo problema in primo luogo nell’ambito sociale. Invece di chiedere a tutti voi di classificare come sapete tutti i vostri amici, o una programmazione per indovinare quali gruppi di persone sono vicine probabilmente, stiamo offrendo qualcosa che sarà così semplice come invitare i vostri migliori amici a cena. E pensiamo che cambierà il modo di usare Facebook e il web.

Oggi stiamo annunciando una, completamente rinnovata, nuova versione di Gruppi. Sarà un modo semplice per rimanere aggiornati con piccoli gruppi di amici e di condividere le cose solo con loro in uno spazio privato. L’impostazione predefinita sarà “chiuso”, il che significa che solo i membri potranno vedere cosa succede in un gruppo.

Da questo spazio, si potrà rapidamente postare foto, fare progetti e tenere il passo con le conversazioni in corso. Si attiveranno anche chat di gruppo con i membri che sono online in quel momento. Sarà anche possibile utilizzare ciascun gruppo come una mailing list per condividere rapidamente le cose quando non sei su Facebook. Si potranno condividere tutte le esperienze, organizzando gli spazi intorno alle persone che maggiormente ti interessano.

Sono anche felice di condividere un paio di altre cose nuove su cui abbiamo lavorato, per permettervi un maggiore controllo e rendere più facile rimanere in contatto, non importa quello che stavate cercando di fare.

In primo luogo, abbiamo creato un modo semplice per scaricare velocemente sul vostro computer tutto quello che voi abbiate postato su Facebook e tutte le corrispondenze con gli amici: i messaggi, post in bacheca, foto, aggiornamenti di stato e le informazioni sul profilo.

Se si desidera una copia delle informazioni che avete messo su Facebook per qualsiasi motivo, è possibile fare clic su un link e di ottenere facilmente una copia di tutto in un unico download. Per proteggere i vostri dati, questa funzione sarà disponibile solo dopo la conferma della vostra password e rispondendo alle domande di sicurezza adeguate. Inizieremo implementando questa funzione ad alcune persone al più tardi di oggi, e lo troveretei sotto le impostazioni dell’account.

In secondo luogo, stiamo lanciando un nuovo cruscotto per darvi visibilità sull’utilizzo dei dati da parte delle applicazioni. Come si iniziano ad avere esperienze più sociale e personalizzati attraverso il web, è importante che sia possibile verificare esattamente come gli altri siti utilizzano i tuoi dati per rendere l’esperienza migliore.

Non appena pronta (la modifica ndt) nelle tue impostazioni privacy di Facebook, si avrà una visione unica di tutte le applicazioni che sono state autorizzate e quali sono i dati che utilizzano. È anche possibile vedere nel dettaglio, quando è stato l’ultimo accesso vostri dati. Sarà possibile modificare le impostazioni di un programma per dare meno informazioni a sua disposizione, o si potrà anche rimuoverla completamente.

Abbiamo sentito forte e chiaro che si vuole maggiore controllo su ciò che si condivide su Facebook, per gestire esattamente chi lo vede e di capire esattamente dove va. Con questa nuova esperienza i gruppi e gli altri strumenti che stiamo implementando oggi, stiamo facendo qualche importante passo avanti verso la concessione di controlli precisi. Ci auguriamo che questi strumenti aumentino la vostra fiducia per le cose condivise su Facebook, e che la vostra esperienza diventi di conseguenza più ricca e più reale.

Fonte

Il Blog di Facebook

SeeYouSoon

Nota a cura di Claudio Cerroni (Hunch – Assistenza e Consulenza Informatica).

P.S. Se gradite le nostre note, cliccate cortesemente su MiPiace: capita infatti che alcuni individui le segnalino come offensive e le facciano sparire. Questa brutta abitudine è contrastabile SOLO manifestando il proprio gradimento tramite il MiPiace e la condivisione (se il gradimento è reale, naturalmente).

Iscriviti alla nostra PaginaAggiornamenti per essere sempre aggiornato sui problemi di Facebook. Se vuoi ricevere le nostre note anche nella posta (per non fartele sfuggire), iscriviti anche al gruppo CheckOnLine.

CheckBlackList | PaginaAggiornamenti | News | Facebook | Toolbar | WorkingOn

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *