Phantom, foto che si autodistruggono su Facebook e Twitter

phantom-fb-twitter

Con Phantom arriva un sistema corazzato per proteggere le immagini sui social network. Queste, dopo una breve vita, si autodistruggono per il beneficio della privacy. Le affinità con Snapchat non mancano.

Se da giovani si guardava il cartone animato dell’ispettore Gadget oppure se si è appassionati anche dei film meno recenti di James Bond, è noto che uno dei sistemi per scambiare informazioni riservate è (era) quello di registrarle su microfilm. Una volta visto il contenuto, il supporto si autodistruggeva rendendo definitivamente inaccessibili i dati a chiunque altro.

QUESTA FOTO SI AUTODISTRUGGERA’ IN 5… 4…

Questo sistema esiste anche per smartphone e tablet. Tramite l’applicazione “Phantom” è possibile pubblicare su Facebook, Twitter e non solo contenuti fantasma che, dopo essere stati visti, si dissolvono. Per esempio, a una foto o video appena registrato (o scelto dalla galleria) si può impostare una durata a partire dal momento della condivisione e un numero massimo di persone dalle quali essere visto.

La filosofia alla base di tutto non differisce molto da quella di Snapchat, anche se ci sono delle funzioni aggiuntive. Rispetto a quest’ultimo, Phantom è pensato per funzionare su un numero maggiore di social network. Nell’elenco troviamo, oltre a Facebook e Twitter, Google+, l’email, WhatsApp, Line, Telegram, iMessage/SMS, WordPress, Blogger, Pinterest, Tumblr e Movable Type.

… 3… 2… 1… BZZZ!

Sarà impossibile cercare di salvare l’immagine. Infatti per continuare a vedere il contenuto bisogna tenere il dito sullo schermo. Contestualmente molte funzioni del telefono, come quella che consente di acquisire le schermate (screenshot), vengono bloccate. Inoltre se si tenta di salvare uno screenshot, una misura restrittiva farà si che si venga espulsi dal servizio.

L’unico sistema apparentemente in grado di bypassare le misure di sicurezza sembra essere quello di munirsi di una seconda fotocamera per immortalare direttamente tutto lo schermo del telefono (con annesso il dito sopra l’immagine).

Download – Phantom funziona su dispositivi Android e per iOS. L’applicazione può essere scaricata gratuitamente dal Google Play e dall’iTunes App Store ed è disponibile anche in italiano. (fonte)

[nbox type=notice] Avete problemi con il vostro profilo, ve lo hanno “rubato” o ricevete avvisi da Facebook che qualcuno ha cercato di accedervi o di cambiare password? Per cercare di risolvere questi e altri problemi, contattateci senza impegno. Potete farlo tramite un messaggio alla nostra pagina o telefonicamente (in orari di ufficio) al numero 331.449.8368. CLICCA-QUIValuteremo insieme se necessitate di un semplice consiglio, magari tramite le oltre 1.200 note già pubblicate, o se per risolvere preferite essere seguiti passo passo tramite un servizio professionale di teleassistenza (ai nostri fan, ma solo a loro, costa pochi euro). Altre informazioni [/nbox]

Potrebbero interessarti anche...