Pubblicano su Fb battute su azienda per cui lavorano, licenziati

cgil-empoli-fb-licenziati

Come rende noto la Cgil, è successo a Empoli, in provincia di Firenze. I due avrebbero fatto “ironia” sulla situazione di cassa integrazione dei loro colleghi

Sembra siano stati licenziati per giusta causa dopo che su Facebook si erano scambiati battute sulla situazione di cassa integrazione di alcuni loro colleghi. Il datore di lavoro, oggetto dei commenti sul web, ha fatto scattare senza preavviso il licenziamento dopo che i dirigenti dell’azienda hanno letto i post e lo hanno informato.

Sulla vicenda è intervenuta la Cgil di Empoli che ha intenzione di impugnare il provvedimento. Il fatto è avvenuto in un’azienda della zona vicino Empoli, in Toscana, che ha più di 15 dipendenti e quindi può usufruire della cassa integrazione in deroga. Il ricorso del sindacato giustifica i due lavoratori in quanto “avrebbero fatto solo una battuta ironica” verso i vertici della ditta.

Potrebbero interessarti anche...