Sfida su Facebook, 19enne affoga

sfida-fb-muore

Una nuova moda, che ricorda da vicino la “Nek Nomination”: ci si getta nei corsi d’acqua nei modi più fantasiosi. Ma la guasconata è divenuta tragedia in un paese della Bretagna.

Una sfida su Facebook, che aveva tutto il sapore di una guasconata: un tuffo in un fiume. Ma il gioco – che ricorda molto la «Nek Nomination, la moda delle bevute responsabile di aver causato molte vittime in mezzo mondo – si è trasformato in una tragedia. Un giovane di 19 anni è morto giovedì sera gettandosi nel fiume con la bici. E affogando. È successo a Bèganne, un comune del sud della Bretagna, nell’ovest della Francia. Il giovane si è tuffato dal pontile del porto di Foleux, sul fiume Vilaine, insieme ad un amico, mentre un terzo riprendeva la scena col telefonino. Ma per non perdere la bici, se l’era legata ad una gamba. Il fiume in quel punto ha una profondità di sei metri e il giovane non è riuscito a tornare in superficie, trascinato a fondo dal peso della bici. Sotto choc i suoi amici. La sfida dal titolo «a l’eau ou au resto», ovvero «in acqua o al ristorante», circola sui social network da qualche settimana.

La guasconata diventa tragedia

Chi accetta la sfida deve trovare un modo originale per gettarsi in acqua nel giro di 48 ore e filmare la prova, oppure, se non riesce, offrire una cena fuori. In effetti sarebbe divertente. E bisogna dire che alcuni dei video su youtube sono capolavori di umorismo (sia pure, talvolta, involontario). E il tono complessivo non pare andare oltre la guasconata tutta francese: ci si tuffa nel fiume (ma anche nei laghi, in fontane, piscine gonfiabili e persino car-wash) gridando, vestendosi come a Carnevale: da indiani, supereroi, soldati. L’infortunio però è sempre dietro l’angolo: nei video c’è chi scivola maldestramente sui tacchi a spillo, o batte violentemente la testa. (l’articolo continua sotto l’offerta di alcuni nostri servizi professionali)

[nbox type=notice] Avete problemi con il vostro profilo, ve lo hanno “rubato” o ricevete avvisi da Facebook che qualcuno ha cercato di accedervi o di cambiare password? Per cercare di risolvere questi e altri problemi, contattateci senza impegno. Potete farlo tramite un messaggio alla nostra pagina o telefonicamente (in orari di ufficio) al numero 331.449.8368. CLICCA-QUIValuteremo insieme se necessitate di un semplice consiglio, magari tramite le oltre 1.200 note già pubblicate, o se per risolvere preferite essere seguiti passo passo tramite un servizio professionale di teleassistenza (ai nostri fan, ma solo a loro, costa pochi euro). Altre informazioni [/nbox]

Pericoli come in «Nek Nomination»

La polizia francese sta cercando di arginare la moda che ricorda la «Nek Nomination», recente moda tra gli adolescenti. Si tratta di una gara a chi beve di più e più velocemente possibile, davanti a una telecamera. Il video viene poi postato sui social network. E da lì scatta la “nomination”: ovvero la chiamata verso altri tre ragazzi/e che entro 24 ore sono invitati ad accettare la sfida. Se non lo faranno saranno costretti a pagare da bere e ad essere derisi in rete. All’estero ha già fatto le prime vittime, almeno cinque, tutti ragazzi sotto i 30 anni. In Italia c’è chi c’è andato molto vicino: ad Agrigento un adolescente lotta tra la vita e la morte per avere voluto provare. E adesso un’altra vittima causata dal gioco dei tutti ne fiume. (fonte)

Potrebbero interessarti anche...