Si fa ricaricare la Postepay con 996 euro e poi scappa via

postepay-scappa-carica

«Mi carica la Postepay di 996 euro?». La richiesta alla barista di Morsano (Pordenone) è stata fatta sabato mattina da un giovane uomo, con piglio tranquillo e sicuro.

La donna non ha avuto alcuna esitazione e ha eseguito subito l’operazione. Al momento di pagare la ricarica, l’uomo ha tirato fuori il portafoglio dalla tasca e, dopo aver guardato dentro, ha detto alla barista: «Accidenti, mi sono dimenticato di prelevare. Non ho soldi. Mi scusi un attimo, vado al bancomat prendo la cifra che mi ha caricato e torno subito a saldare il debito. Non si preoccupi, vado qui vicino».

Ed è uscito dal locale senza lasciare alcuna traccia. Al bancomat certamente non è andato, di soldi non ne ha prelevati e tantomeno è tornato al bar. Dopo un po’ la barista si è resa conto di essere stata vittima di una truffa e che quei 996 euro non li avrebbe più visti. E a quel punto non le è rimasto altro da fare che denunciare l’accaduto ai carabinieri.

Un caso analogo era accaduto il 28 febbraio scorso a Valvasone, dove con raggiro un uomo era riuscito a farsi caricare mille euro dalla titolare di un bar sulla Postepay. Solo quando era ormai troppo tardi, il titolare del locale si è reso conto di essere stato truffato e che aveva caricato la carta di credito a proprie spese. Ma l’autore della truffa, Carlo M., trentanovenne di Pordenone (autore di un altro episodio analogo trasformatosi in rapina impropria a Codroipo il 14 marzo scorso), era stato denunciato. (ilmattino)

Potrebbero interessarti anche...