“Stupro” di profilo Facebook, il primo processo

FRAPE-PROCESSO

Un uomo è stato accusato di “frape”, o “reato di accesso abusivo a un account Facebook di qualcuno per deturparlo”. E’ stato “solo” multato di 2.000 euro (ma ha rischiato fino a 10 anni di reclusione) per essere entrato nel profilo Facebook della sua ex-fidanzata tramite il suo telefono e aver pubblicato contenuti dannosi, affermando a nome suo di essere una “prostituta” disponibile ad “accettare qualunque offerta”. E’ successo in Irlanda e secondo The Irish Times, è il primo procedimento penale per danno criminale fatto a un account di social media.

Il termine “frape“, che fonde un po’ rozzamente le parole “Facebook” e “rape” (in inglese “stupro”), è un termine slang per chi vìola e infanga l’account Facebook di qualcuno. Tuttavia, anche se si è trattato di un reato decisamente digitale, i pubblici ministeri irlandesi hanno richiamato una legge della vecchia scuola per inchiodare il colpevole. Utilizzando il Criminal Damage Act del 1991, l’imputato è stato processato come se avesse deturpato effettivamente una proprietà fisica. Il reato comporta una pena massima di dieci anni di prigione.

Questo caso, anche se apparentemente banale, in realtà potrebbe diventare storico in quanto stabilisce un precedente. I legislatori negli Stati Uniti stanno lottando per mettere fuori legge la cosiddetta porno-vendetta, cioè la pubblicazione, per vendetta, di foto compromettenti di un ex partner in amore. Se tali azioni venissero trattate come atti di vandalismo, come è successo in Irlanda, risulterebbe più facile perseguirli in un tribunale. Mentre l’uomo in Irlanda, probabilmente, non andrà in carcere, una multa anche più pesante di quella inflitta potrebbe ottenere lo scopo di dissuadere lui, e anche altri in futuro, dal commettere reati del genere.

[nbox type=notice] Avete problemi con il vostro profilo, ve lo hanno “rubato” o ricevete avvisi da Facebook che qualcuno ha cercato di accedervi o di cambiare password? Per cercare di risolvere questi e altri problemi, contattateci senza impegno. Potete farlo tramite un messaggio alla nostra pagina o telefonicamente (in orari di ufficio) al numero 331.449.8368. CLICCA-QUIValuteremo insieme se necessitate di un semplice consiglio, magari tramite le oltre 1.200 note già pubblicate, o se per risolvere preferite essere seguiti passo passo tramite un servizio professionale di teleassistenza (ai nostri fan, ma solo a loro, costa pochi euro). Altre informazioni [/nbox]

Potrebbero interessarti anche...