Torna virale il video della violenza su bambino di pochi mesi

MALAYSIACircola NUOVAMENTE su Facebook, in queste ore, un video brutale e orribile con una giovane donna asiatica che colpisce e tortura un bambino neonato sopra un letto.
Centinaia di migliaia di utenti indignati hanno chiesto che l’identità della donna nel videoclip venga rivelata e che venga punita per i suoi crimini efferati.
IL VIDEO E’ DI OLTRE DUE ANNI FA e la donna nella clip ha scontato 18 mesi di detenzione in carcere dopo essere stato arrestata a Petaling Jaya, in Malesia, nel maggio 2011.

“Il caso è stato riportato in IPD Petaling Jaya, il 29 maggio del 2011 e gli arresti sono stati effettuati lo stesso giorno,” secondo una dichiarazione pubblicata sul Malaysia Royal Police () pagina di Facebook, dopo aver ricevuto oltre 300 reclami. “Il colpevole è la madre biologica della bambina abusata”, aggiunge la dichiarazione.

La donna ha scontato una pena di 18 mesi (era preferibile 18 anni, a nostro parere) ai sensi della sezione 31 (1) Children Act del 2001 che riguarda maltrattamenti, trascuratezza, e l’esposizione dei bambini a danni.

Rimosso più volte da Youtube, viene riproposto ciclicamente per suscitare sdegno e commozione nelle persone. La mancanza di informazioni sul filmato può però spingere le persone a telefonare alle Forze dell’Ordine per richiederne l’intervento (non sapendo che non è possibile far nulla, se non segnalare la presenza di tale file al social network).

LA PRESENZA OGGI DI TALE VIDEO SU FACEBOOK E’ CAUSATA DALLA MANCANZA DI SCRUPOLI DI PERSONE CHE SFRUTTANO TALI CONTENUTI PER OTTENERE MiPiace E CONDIVISIONI ALLE PROPRIE PAGINE. Per questo vi invitiamo SEMPRE a SEGNALARE per contenuti violenti questo genere di filmati (SENZA CONDIVIDERLI).

Altre info su cnn.com

Grazie per la condivisione e la collaborazione.
——
Per essere aggiornato e assistito su problemi di sicurezza in Facebook, iscriviti alla nostra Pagina:
http://www.facebook.com/CheckBlackList
——————–

Potrebbero interessarti anche...