Truffa su Facebook: donna sexy in realtà era estorsore campano

webhaSiete utenti di facebook? Vi è mai capitato di ricevere un messaggio privato o una richiesta d’amicizia da un’avvenente donna, magari con un nome straniero e una foto appariscente? Un messaggio nel quale dice che vuole conoscervi meglio? E avete avuto la tentazione di rispondere? Considerando quanto accaduto a un trentenne di Teggiano, forse è meglio evitare. Perchè l’uomo è stato vittima di una tentata estorsione.
Tutto è iniziato con la richiesta di amicizia. Il profilo dal quale arriva la richiesta, si chiama Emmanuella Gabrys. Tra i vari messaggi c’è la stringa di un link, il trentenne fa l’errore (si scoprirà dopo) di cliccarci su e dà, in pratica, il via libera all’hacker informatico per accedere alle sue foto e ai suoi dati. Inizia l’incubo. La «vittima» ha avviato la conversazione online perché non aveva ben compreso di cosa si trattasse e di chi vi fosse dall’altra parte del computer.

Inizia, infatti, a ricevere richieste di soldi. Perché? È presto detto: l’hacker riesce a creare un video montato alla perfezione, nel quale il teggianese è l’apparente protagonista di prestazioni sessuali. L’avvenente quanto inverosimile donna chiede circa tremila euro, per evitare di diffondere in rete il video.

Il trentenne però non ci sta. Si rivolge alla polizia postale e denuncia tutto. «Dopo aver commesso l’errore di aprire il link – ha detto al sito ondanews – la stessa mi ha inviato dei messaggi, minacciando di diffondere sul web dei video compromettenti, con il mio nome ed il mio volto, se non avessi sborsato 3.500 euro. Ho sporto subito denuncia. La polizia mi ha riferito che non ero il primo a subire tali minacce e che se avessi pagato,avrebbero continuato a ricattarmi e chiedere soldi. La stessa persona ha poi inviato messaggi ad alcuni amici, tra i miei contatti sul social network. Invito quanti hanno un profilo facebook, ad ignorare i messaggi ricevuti da ragazze con nomi stranieri, e a non aprire i link che inviano». (ilmattino)

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *